Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Giovanni Feo’

Domenica 16 Giugno 2019: un grande uomo ha terminato il suo viaggio in questo mondo. Una vita vissuta in modo pieno, intensa, assaporata fino in fondo; una vita condivisa con molte persone, vicine e lontane, dedita allo studio, alle esplorazioni, alla ricerca di ciò che è vero e che contraddistingue tutta l’umanità, in tutte le epoche.

Con questo breve post non vogliamo cadere nella consuetudine di compiangere una persona scomparsa mitizzandola a tutti i costi. Giovanni Feo, come tutti, aveva sicuramente le sue debolezze e le sue paure; ciononostante ha saputo – anzi, ha voluto – spingersi oltre molte barriere considerate invalicabili dalla maggior parte delle persone.

Fin da giovane ha inseguito un sogno, forse un richiamo antico, e ha saputo porlo sempre prima di ciò che comunemente viene inteso come “se stesso”: notorietà, successo economico, riconoscimento accademico, approvazione sociale, eccetera.

Ma cosa lo rendeva una persona così straordinaria? Non soltanto la sua profonda conoscenza, più unica che rara, dell’antico popolo Etrusco, non soltanto la sua impressionante padronanza del territorio in cui viveva, e neanche le sue incredibili (altro…)

Read Full Post »

Ci sarebbe molto da dire in merito a ciò che si intende effettivamente per politeismo e monoteismo, dato che non sempre quest’ultimo può essere considerato più “evoluto” del primo, e non sempre le due concezioni sono così diverse di come potrebbe sembrare (basti pensare all’adorazione dei santi nella tradizione cristiana).

Ma lasciando per un attimo in disparte questo tipo di approfondimento, l’autore del libro La religione degli etruschi, Giovanni Feo, delinea un interessante percorso religioso dell’essere umano, indicando proprio nel periodo attuale la necessità di compiere un ulteriore ampliamento di coscienza, una vera e propria rivoluzione religiosa.  

Gli studiosi di Storia delle Religioni si trovano generalmente concordi nel ritenere che nelle società umane il concetto di “religione” sia mutato nelle vari ere storiche, passando attraverso tre principali fasi. La prima, definita “feticista”, sarebbe la più antica, da riferirsi ai primi homo sapiens. Quei nostri progenitori avrebbero percepito la presenza di un potere superiore e non umano nei fenomeni naturali che toccavano in modo significativo la loro coscienza, senza però riuscire a definire i limiti di tali esperienze. Giunsero così a sviluppare il culto di particolari oggetti, “feticci”, come pietre, ossa, conchiglie e quant’altro che ritenevano impregnato di quell’ineffabile potere. (altro…)

Read Full Post »