L’Appeso parla…

Se osserverai con attenzione attraverso i miei occhi più obiettivi e disincantati, vedrai chiaramente che non è il cielo che si appoggia sulla terra, ma è il cielo che sostiene la terra. Chi dice infatti che il fulmine si crea quando si scontrano le nuvole? E se fossero invece le nuvole che si scontrano perché il fulmine vuole esprimersi?

Hai sempre guardato la tua vita da una sola ed unica prospettiva: quella che ti è stata inculcata fin dai primi anni di vita, con l’educazione in famiglia e attraverso la cultura che vaga nell’aria e che fuoriesce ininterrottamente da quel magico orifizio chiamato televisore.

Pensi di essere una persona libera di pensare, di crearti le opinioni in modo originale, di capire cose nuove sulla vita, di trarre da essa insegnamenti, ma sei solo un povero illuso, un semplice e fragile ruminante di convinzioni e paure trite e ritrite da altri prima di te.

Ti piace vestire le tue folli ossessioni con sontuosi abiti spirituali o scientifici per meglio nascondere a te stesso una nudità che hai in realtà il terrore di guardare ed affrontare, perché, sotto sotto, sai bene che in tal caso perderai dalle tasche molte certezze e inutili personali punti di vista.

In realtà hai le mani legate, e la libertà che insegui con idee e parole pompose è la tua più grande e comoda illusione, dietro alla quale nascondi la più banale, infantile e animale ricerca di quello che ti piace, e la fuga da tutto ciò che non ti piace. Non lasci quasi mai spazio ad un più vasto e profondo senso di amore, verità e giustizia che possa guidarti.

Capovolgi dunque il tuo orgoglio e trasformalo in dignità. Capovolgi la tua superbia e trasformala in onesta curiosità. Allora, scoperchierai il tuo personale vaso di Pandora da cui usciranno mille contraddizioni, ipocrisie e falsità. È questo il coraggio degli eroi.

Scoprirai come le tue azioni tradiscono in realtà le belle intenzioni; scoprirai che quello che spesso recrimini di subire dagli altri è esattamente quello che tu fai patire al tuo prossimo; scoprirai che scendi in piazza a manifestare contro l’odio, per poi esplodere d’ira al primo graffietto al tuo amor proprio.

Scoprirai che la solitudine in cui ti rifugi per sentirti speciale è solo un modo per tenerti al riparo dal rischio di osservarti con occhi altrui; scoprirai che spesso ti senti una persona incompresa, ma solo perché non sei riuscito a convincere ed imporre agli altri le tue idee e la tua falsa immagine.

Ma, soprattutto, scoprirai che sei influenzato da mille fili invisibili manovrati da qualcosa che si è da tempo strutturato e ben radicato dentro di te. Più pensi di poter districare da solo questi fili, più essi si stringono intorno a te perché sono proprio da te spontaneamente generati e rafforzati.

Trova la corda che la vita ti ha gettato, legati saldamente ad essa e abbi il coraggio di saltare nell’ignoto che ti terrorizza. Che meraviglia lanciarsi in questa nuova avventura! Che conquista riconoscere e accettare le proprie paure senza volerle negare ma senza da esse farsi fermare.

In fondo a questo abisso che ti gela il sangue alla sola vista, oltre il freddo e il buio, accadrà qualcosa di inaspettato, che ora non puoi prevedere. Quando accadrà, lo scoprirai, e troverai qualcuno al tuo fianco.


Iscriviti al blog per gli aggiornamenti settimanali e sul canale YouTube e Spotify per i podcast e i video.

Ascolta questo articolo:

3 risposte a "L’Appeso parla…"

Add yours

  1. Un messaggio che fa riflettere su noi stessi, per tutte quelle convinzioni pensieri che si sono cristallizzati in noi non veri, per liberarci e avere una prospettiva tutta nuova.

  2. L’Arcano N° 12 rappresenta i 12 Segni dello Zodiaco, i 12 Apostoli, le 12 Tribù
    di Israele, le 12 Ore di Cottura dell’Alchimista, le 12 Facoltà, l’Idrogeno Si-12.
    L’Arcano 12 dei Tarocchi è l’Apostolato. La figura dell’uomo appeso forma
    un triangolo con la punta verso il basso e le sue gambe una croce sopra questo
    triangolo.
    Tutto il lavoro ha per obbiettivo acquisire l’Anima, cioè raggiungere il
    legame della Croce con il Triangolo, questa è la Grande Opera.
    La Carta Dodici dei Tarocchi è Alchimia Sessuale, la Croce dell’Uomo deve
    collegarsi con il Triangolo Spirito, per mezzo del Fuoco Sessuale.
    La tradizione Cinese parla dei 10 Tronchi (Shikan), e dei 12 Rami, cioè dei 10
    Sephiroti e delle 12 Facoltà dell’essere umano. È necessario sapere che i 7 Chakra
    ed i 5 Sensi sono le Dodici Facoltà.
    L’Universo uscì dal Hum-Tum Cinese, il Caos. Anche i 10 Tronchi e i 12 Rami
    uscirono dal Caos, che in Alchimia è l’‘Ens Seminis’ in cui è contenuto l’‘Ens
    Virtutis’, che è la materia prima della Grande Opera, che secondo Paracelso
    è l’Entità del Seme. Quest’entità viene ad essere la Pietra Filosofale o Lapis
    Philosophorum che tanto cercarono gli Alchimisti Medievali.
    Ogni Misterium Magnum si trova racchiuso in questa Summa Materia (sono i Termini Latini per
    denominare l’Arcano A.Z.F.), l’Alchimista deve estrarre dall’interno di questo Menstruum Universale (il
    Caos) tutto l’Oro Potabile o Fuoco Sacro, quello che deve salire per il midollo spinale ed aprire le 7 Chiese.
    Una volta che abbiamo estratto l’Oro Potabile, possiamo unire la Croce con il Triangolo, cioè la Croce-
    Uomo deve unirsi con la nostra Triade Immortale, dobbiamo incarnare lo ‘Spirito’, che solo così ci converte
    in Essere Umano; prima di ottenere questo siamo solo Animali Intellettuali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: