La trama del Wyrd – 2 parte

(Leggi la 1 parte qui)

Il ragazzo fece un sospiro di sollievo: “Allora il Wyrd non è predeterminato dalla nascita, ognuno è responsabile del suo destino?”:

“Certo! Ma non pensare che sia scollegato da quello degli altri perché tutti insieme tessiamo, attraverso la nostra trama, il tappeto che rappresenta l’umanità tutta e non solo. Dalle stelle agli alberi, dagli animali agli insetti, ogni frammento della creazione è parte di un unico disegno. Scoprire il disegno finale è conoscere la struttura, è collegare questo mondo con gli altri mondi, è conoscere il progetto divino. Potrai dirigere la tua trama quando comincerai a muoverti alla ricerca del disegno più grande di cui fai parte e cercherai di fonderti con esso, allora, tutto intorno a te cambierà.”

Poi il suo sguardo, guardando nel vuoto, si fece triste e cupo.

“Ci sarà un tempo in cui la maggior parte degli uomini dimenticherà queste leggi e vivrà in un sonno senza sogno. Il loro scopo sarà semplicemente sopravvivere, per soddisfare i bisogni biologici. Sarà un’epoca dove il valore di un uomo non sarà dato dalle sue azioni ma da quanto esso possiede.

Questi uomini, sfortunatamente per loro, si dimenticheranno di essere parte di un disegno più grande. Vivranno come le foglie di un albero, separati l’uno dall’altro, ognuno convinto di essere l’albero intero. Sopravvivranno nella certezza di essere unici e speciali, pensando che non ci sia altro al di fuori di loro stessi. Quando cadranno al suolo non resterà, altro di loro, che concime per il terreno.

I nostri antenati e noi tuttora costruiamo tessuti che richiamano la struttura del Wyrd. Un messaggio simbolico, non estetico, per ricordare ad ogni uomo che la sua vita è parte di un disegno più grande che la mera sopravvivenza; dove ognuno è chiamato a diventare il tessitore della propria trama. Sfortunatamente, nel mondo che verrà, la maggior parte degli uomini dimenticherà tutto ciò. Il massimo grado di coscienza sarà la differenza tra bello e brutto e l’intreccio di trama e ordito sarà visto solo dal punto di visto estetico”.

Il ragazzo alzò lo sguardo spaventato e disse: “Come posso fare perché questo non succeda?”

A quel punto, gli occhi del Maestro si intenerirono, sembrava che tutto l’amore della galassia si fosse condensato nel suo sguardo: “Mio giovane amico, oggi è cominciato il tuo percorso ma per aiutare gli altri devi prima conoscere te stesso. Il tuo sarà un lavoro estenuante sui movimenti del tuo cuore, sulle passioni che accompagnano le tue azioni ed io non ti darò tregua nel farti osservare i tuoi meccanismi. Inoltre dovrai studiare le nostre antiche tradizioni e conoscere i messaggi della natura tutta. Da domani, se vorrai, potrai vivere nella mia casa ed io ti istruirò sulla Via della Conoscenza.

Il ragazzo si alzò frastornato, salutò il saggio Druido ed uscì dalla capanna. Mentre ritornava verso casa pensava ai suoi amici, alla sua famiglia, alla spensieratezza della sua età, avrebbe perso tutto? La paura gli riempì il cuore mentre una lacrima gli scese sul viso.

 L’indomani all’alba bussò alla casa del capo Druido situata ai limiti della foresta. Il saggio aprì la porta: “Maestro, sono arrivato, quando possiamo cominciare?”.

 
Ascolta questo racconto:

Una risposta a "La trama del Wyrd – 2 parte"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: